Lettori fissi

martedì 20 febbraio 2018

Come realizzare un fiore con le molle e il filo da ricamo

Ciao a tutti,
eeeeeeehhhhhh, pensavate che vi avrei cominciato a propinare un altro ricamo, vero? :-p
Ebbene no, stavolta vi rifilo un tutorialino ino ino (ino ino forse no, vediamo se riesco ad accorpare alcune foto).
E quello che si ottiene vi ripagherà della fatica e sbalordirà il destinatario.
Dunque, si sta per avvicinare la festa della donna, e con questo tutorial realizzerete un delizioso fiorellino che lascerà stupiti persino voi che lo realizzarete.
Si, lo so, una donna è donna tutto l'anno e non solo per la festa della donna, ma che volete farci, mio papà ci ha sempre regalato fiori (non mimose perché l'odore non gli piaceva) per questa festa, e come ben sapete le abitudini è difficile perderle...... e siccome mi piace ricevere, mi metto anche dalla parte di chi deve dare.
Un fiore finto non è banale, specie se realizzato a mano.
In passato, sempre per questa festa, ne ho realizzati anche con i collant colorati (gialli ovviamente!) - vedi post Fiori con le calze di nylon colorate - tutorial - e con le perline (vedi foto mimose di perline gialle).
Insomma, tecniche per realizzare fiori finti handmade ce ne sono a bizzeffe, basta scegliere e via! :-D



























Materiale necessario (per ogni fiore a 8 petali)
  • 2 molle lunghe 13 cm (*)
  • cotone da ricamo a 6 fili (in questo tutorial giallo)
  • 7 pistilli finti (piegati in doppio 14)
  • 5 bacchette di metallo malleabili lunghe 30 cm
  • filo di ottone (in questo tutorial marrone, il colore è indifferente)
  • guttaperca verde o marrone (**)
  • 2 foglie finte
  • tronchesino
  • pinza a becchi piatti
  • forbici
(*)
Si trovano in merceria o nei colorifici ben forniti o nei negozi che vendono materiali per bomboniere.
In alternativa si può arrotolare a spirale un filo di ottone sufficientemenmte spesso intorno ad un ferro da calza sottile o ad un uncinetto fino a raggiungere la lunghezza di 13 cm.

(**)
La guttaperca è una specie di nastro di carta un po' appiccicoso (e che tirato si allunga un po' tipo la carta crespa) che viene usato come isolante per rivestire i gambi dei fiori.
Si trovano dai fioristi o nei colorifici ben forniti o nei negozi che vendono materiali per bomboniere.

Esecuzione

Per prima cosa ognuna delle molle (prima foto) deve essere allungata (seconda foto) fino a raggiungere la lunghezza di 30-35 cm.

NOTA
Fare attenzione: cercare di allungarla delicatamente in modo uniforme per tutta la lunghezza, un pezzo alla volta.
Se si allunga troppo poco si fa sempre a tempo a tirarla ancora un po', ma se si allunga troppo, per rimetterla in posizione "di partenza" (prima foto) occorre un ferro da calza piccolo o un uncinetto per schiacciarla su se stessa senza rovinarla ulteriormente.

Tagliare ogni molla allungata in 4 pezzi uguali (in base alla lunghezza finale della molla allungata saranno lunghi circa 8-9 cm l'uno).

Tagliare con il tronchesino ogni bacchetta di metallo a metà (15 cm), quindi infilare ogni metà in un pezzo di molla.





















Con l'aiuto di un pinza a becchi piatti, chiudere a goccia la bacchetta infilata nella molla (prima foto) facendo qualche giro per fermare la chiusura.
Con il tronchesino tagliare l'eccesso della bacchetta più corto (seconda foto).
Tagliare sufficiente filo di cotone da ricamo per rivestire una molla.

NOTA
Dopo diverse prove, per un pezzo di molla di 8-9 cm bastano 85-90 cm di filo.

Utilizzare 3 fili alla volta (le matassine sono da 6 fili).
Fermare il filo alla base della goccia con un nodino, doppio se si vuole essere più sicuri (quarta foto).
























Arrotolare il filo intorno alla molla come se si stesse facendo su un gomitolo di lana, passando in tutte le spirali senza saltrne nessuna (prima foto).


NOTA
Tendere leggermente il filo mentre si passa nelle spirali senzza mai lasciarlo "molle", serve per rendere più difficle la fuoriuscita del filo dalle spirali, specie in sede di modellamento dei petali del fiore.

Attenzione in cima alla goccia, sarà più difficile perché le spirali sono quasi orizzontali e il filo tenderà a scivolare fuori.

Una volta terminate le spirali (seconda foto) - verticalmente ci si troverà circa al centro della goccia - tirare il filo diritto fino alla base della goccia (sempre senza mollarlo!).
Fermare quindi il filo con un altro doppio nodo circa alla stessa altezza di quello iniziale (terza foto) e tagliare con le forbici l'eventuale filo in eccesso.
Piegando la molla attorno al dito indice dare forma al petalo (quarta foto).


























Realizzare tutti e 8 i petali (prima foto).
Prendere i finti pistilli, piegarli a metà su se stessi (così diventano 14) e legarli con un pezzettino di filo di ottone ad uno dei petali (seconda foto).













Procedere ora all'assemblaggio dei petali attorno ai pistilli.
Sempre legandoli uno all'altro con del filo di ottone, attaccare i petali come nelle foto seguenti: prima un petalo in linea retta con quello dei pistilli, poi un terzo petalo perpendicolare ai primi 2 e infine il 4° petalo dall'ultimo lato rimasto.






















Procedere con il secondo giro di petali avendo cura di sfalsarli rispetto quelli del giro precedente.

































Prendere le 2 ultime mezze bacchette e usarle come rinforzo per quello che sarà il gambo del fiore.
Legarle sempre con del filo di ottone (seconda foto) per tutta la loro lunghezza in maniera uniforme (terza foto).
Prendere la gurrapeca e cominciare a rivestire solo la parte alta del gambo del fiore (quarta foto).

























Prendere un delle foglie finte e con del filo di ottone legarla al gambo in tutta la sua lunghezza (prima foto).
Quindi rivestirla di guttaperca (seconda foto).
Si può scegliere se fino alla fine del gambo o fin dove si posizionerà la seconda foglia finta.
Ripetere anche per la seconda foglia finta (terza foto).

Scusate, forse non si vede benissimo in queste foto.....











Rivestire tutto il gambo con la guttaperca (prima foto).
Tagliare le eccedenze di bacchette e altro con un tronchesino.
Rivestire con la guttaperca anche la punta del gambo (seconda foto).

NOTA
La parte inferiore del gambo tende sempre ad essere più sottile, in quanto non tutte le componenti hanno la medesima lunghezza.
Per dare un po' di spessore, in modo da uniformare la dimensione punta con il resto del gambo, fare diversi giri di guttaperca nella parte finale dello stesso.
























Ed ecco pronto il vostro bel fiorellino ^_^
Si può modellare il gambo curvandolo leggermente come nelle foto successive, oppure si può metterlo in un vasetto con dell'oasis (una specie di spugna che fa da base per fiori finti - vedi link Oasis mattonelle) e del muschio finto o ghiaia da tenere su un tavolino o sulla scrivania.






















Bello, vero?
E' molto scenografico, semplice, ma di grande effetto :-D

Probabilmente la cosa più difficile è reperire le molle.
Ma c'è sempre il trucchetto per crearsele :-p


Se qualcosa non dovesse esservi chiaro, non esiste a chiedere!



Per il resto vi auguro una buona giornata.

Sara

lunedì 12 febbraio 2018

Finito a tempo di record!

Ciao a tutti,
credo che questo ricamo sia quello che ho realizzato nel minor tempo possibile!
Solo 3 settimane, lavorandoci la sera e nel weekend.
Ma mi aveva proprio preso questo blackwork (e ne ho già trovato un altro da iniziare) .
Ma bando alla ciancie, ora vi mostro cosa osservava il tenero cagnolino ^_^





















Ed è anche la particolarità di questo blackwork: la leggiadra farfallina osservata dal cagnolino è colorata :-D





















Il ricamo così sarebbe completo, ma mi sembrava un pochino vuoto, sbilanciato.....
Quindi, in basso a destra, ho aggiunto una piccola frase.
Anch'essa ricamata a punto scritto con 1 filo (come i motivi del blackwork), per non appesantire il ricamo.








































Che dite, ci sta bene, vero? :-D

E infine, immancabile e camuffata, la mia firma sul ricamo.





















Ed eccolo qui tutto completo ^_^























Ora non mi resta che portarlo dal corniciaio :-D

Buona settimana a tutti,
Sara

lunedì 5 febbraio 2018

Corre veloce questo ricamo!

Ormai vi sto stressando con questo ricamo!
Questo sabato, che finalmente non ho lavorato!, mi sono ben applicata e ho fatto più che durante la settimana la sera dopo cena ;-)





















Beh, ormai comincia a capirsi il soggetto del blackwork, no? ;-)
Ma cosa mai starà guardando questo tenero cagnolino?
Segreto............... ssshhhhhhhhhhhh..............
Vi anticipo solo che quello che manca è la particolarità di questo blackwork :-D

Al prossimo aggiornamento,

Sara

lunedì 29 gennaio 2018

Blackwork, work in progress

Ciao a tutti,
Rieccomi qui dopo una settimana, puntuale a rompervi le palline :-p :-p :-p
In queste sere mi sono applicata (quando non crollavo dal sonno ^_^") e il nuovo ricamo procede veloce.
Pero di poter mantenere questo ritmo, così in poche settimane sarà ultimato!





















Si incomincia a intuire cosa potrebbe essere, vero?

Ma non temete, vi lascio ancora con i vostri dubbi! Smak, smak!

Al prossimo step del ricamo :-D

Buona settimana,

Sara

lunedì 22 gennaio 2018

Un nuovo ricamo

Buon lunedì a tutti,
Sabato ho iniziato un nuovo ricamo!
Vi ricordate che dopo aver terminato l'angelo L&L avevo detto che mi sarei presa una pausa?
E ora si ricomincia.
Con cosa? Con un altro black work tratto sempre dalla rivista RicAmare.
Quello delle lumache mi aveva troppo intrigato ^_^
Anche questo come soggetto ha degli animali, ma ha una particolarità: quello delle lumache era totalmente nero, questo, invece ha una piccola parte colorata.
Ma non vi svelo niente!

Vi lascio con la prima parte del ricamo.





















Al prossimo aggiornamento del wip,

Sara

mercoledì 17 gennaio 2018

Swap Noel 2017 by Fiore - Ciò che ho ricevuto

Ciao a tutti,
scrivo questo post con estremo ritardo, dovuto anche ai ritardi delle poste.
Tra l'altro, non posso dire lo swap Noel concluso in quanto devo ricevere ancora un biglietto da una persona, ma di costei si è persa ogni traccia anche via mail. Speriamo non sia successo niente di grave!
Ecco cosa ho dunque ricevuto dalle mie abbinate (tra regalino e biglietti di auguri).

Cominciamo con il pensierino che mi ha inviato Shane del blog Semplicemente io... Shane




















Un portachiavi in pelle rifinito con punto festone in tinta realizzato da lei



















Un portacellulare in feltro con applicazione in feltro (il pupazzo di neve) sempre realizzato da lei



















Dei golosi torroncini ^_^




Oltre al pensierino, facendo parte anche lei di entrambi i gruppi dello swap, mi doveva inviare anche un biglietto di auguri.

Questo è il biglietto che accompagnava i pensierini che mi ha inviato.
Forse non si nota molto per via del colore fosforescente, ma in rilievo ci sono dei deliziosi fiocchi di neve :-)

















Questo invece è il biglietto di auguri.
Adoro le farfalle! ^_^



















Poi ho ricevuto altri 2 biglietti di auguri.

Questo me lo ha inviato Robby del blog Hay Lin BAU BAU.
Al suo interno ha appiccicato dei bellissimi adesivi di Babbo Natale.




















Ultimo, ma non meno importante, il biglietto ricevuto da Fiore del blog Casalinga per caso e organizzatrice dello swap.

Un biglietto di auguri in carta pressata (o cellulosa?) con candele, in feltro e altri materiali, applicate al biglietto stesso.




















Grazie Fiore per questo bellissimo swap, grazie a tutte per i bellissimi regali e biglietti che ho ricevuto e............ al prossimo swap! Non vedo l'ora ^_^

Buon pomeriggio,
Sara

giovedì 28 dicembre 2017

Fresco budino a Santo Stefano

Ciao a tutti, ben ritornati dal Natale e da Santo Stefano e pronti a ripartire per il nuovo anno e la Befana! ^_^
Quella di oggi è una ricetta che ho trovato sul periodico Forfiore in cucina distribuito dalla COOP, ma non chiedetemi quale.... posso solo dirvi che è un numero vecchio, visto che alla coop di Cusano non lo vendono più da un bel po'.
E' una delle ricette dei lettori e si intitola: Budino di frutta.

Ho rispettato fedelmente le dosi (a Santo Stefano eravamo in 7, la ricetta dice che è per 8 persone), l'unica cosa, al posto della spremuta Fiorfiore ho spremuto 3/4 della dose di arance e il resto mandarini.

Sembra un girasole, vero? ^_^
Ho usato uno stampo in silicone a forma di margherita.






















Ingredienti

  • 1 l di spremuta di agrumi Fiorfiore (io 750 ml di succo di arancia spremuto e 250 ml di succo di mandarini spremuto)
  • 70 g di maizena (o fecola di patate)
  • 50 g di zucchero (io zucchero a velo)
  • olio di semi di girasole
  • frutta fresca a piacere (io l'ho omessa)


Preparazione

Per prima cosa, se come me non si usa la spremuta già fatta, spremere arance e mandarini fino al raggiungimento della dose di liquido richiesta (1 litro).

NOTA
Mi hanno fatto notare che il succo spremuto andava filtrato, non per la presenza di semi, ma per la presenza della polpa degli agrumi.
Io direi di setacciare a vostra discrezione, se si vuole un budino un po' più grezzo, non filtrare il succo con un colino a maglie fitte.

Setacciare bene in una casseruola la fecola mescolata allo zucchero.

ATTENZIONE
Il prossimo passaggio è noioso e lungo, ma la perfetta riuscita del budino dipende dalla sua esecuzione!
Quindi, armatevi di grande pazienza e non abbiate fretta.
Io ci ho messo quasi 1/2 ora.

Con un cucchiaio di legno a punta tonda (non piatta, per intenderci) fare un buchetto al centro della farina e zucchero.
Quindi versare al centro pochissimo (non esagerare per difetto!) succo di arancia e mandarino e con la punta del cucchiaio di legno fare dei piccoli cerchi sul fondo in modo ad incorporare al succo anche un po' di farina e zucchero.
Quando diventa troppo denso aggiungere un altro po' di succo (sempre poco per volta, mi raccomando!)  e continuare a fare i cerchi con il cucchiaio di legno.
Continuare finché la farina e lo zucchero verranno completamente incorporati nel succo senza grumi.

Versare tutto il succo rimasto e mescolare.

Assaggiare per vedere se è da regolare in dolcezza (secondo il vostro gusto).

Spostare quindi la casseruola sul foco a fiamma bassa.
Continuare sempre a mescolare.

Dopo un po', se non arriva mai a bollore, cominciare ad alzare delicatamente la fiamma (sempre mescolando).

Quando sta per arrivare a bollore tenderà ad attaccarsi al fondo e il succo si solidificherà leggermente.

Sempre mescolando, far bollire per 2 o 3 minuti.

Spegnere la fiamma e mettere da parte un attimo.

Con l'olio di semi e un foglio di carta assorbente ungere tutta la superficie e i bordi dello stampo che si intende utilizzare per il budino (io l'ho fatto anche se ho usato lo stampo in silicone).

Versare il budino nello stampo (la quantità della ricetta c'è stata perfettamente nel mio stampo! ^_^) e lasciarlo lì a raffreddare.

Una volta raffreddato, lasciarlo rassodare bene in frigo per 12 ore circa.

Che dire:
prima ammirarlo, poi papparselo! ^_^

La ricetta dice di servirlo accompagnato da frutta fresca a pezzi, ma anche da solo fa la sua porca figura ^_^

Mi sono divertita a scuoterlo per vedere se ondeggiava come i budini dei cartoni animati:
Confermo! Ondeggia perfettamente senza rompersi!
E non ho usato gelatina.
ah ah ah ah ah ah ahhhah  hahaahaa ha ha haaahahha ah haaa



















Con le dosi invariate della ricetta originale il budino non era troppo dolce e si sentiva anche una punta di aspro delle arance e dei mandarini, il giusto, ma penso dipenda anche dalla qualità di agrumi utilizzati  (ce ne sono di più aspri e di più dolci).
In ogni caso: obiettivo raggiunto al 100 %!
Sono molto soddisfatta essendo stato il primo tentativo.
Ovviamente non ne è avanzato, quindi, ve ne posso offrire soltanto una porzione virtuale :-p :-p :-p








































Buon anno nuovo a tutti,
Sara

venerdì 22 dicembre 2017

Orecchini a fiore con perla

Ciao a tutti,
vi lascio con un ultimo paio di orecchini abbinato ad un pendente uguale che ho fatto da regalare a Natale a..............
Non ve lo dico, mica che la diretta interessata mi sbircia il blog e le rovino la sorpresa! :-p :-p :-p



































Allora, catenina color argento, orecchini color argento, coppetta per pietre color argento a forma di fiore, chiodino argentato con testa a pallina, perla svarowski rosso vino.

Non vi sembrano dei tulipani?



















































































Auguro a tutti buone feste, buon Natale, felice anno nuovo e per concludere un buona Epifania ^_^

Ciao ciao

Sara

giovedì 21 dicembre 2017

Swap Noel 2017 by Fiore - Ciò che ho inviato

Quest'anno sono riuscita a partecipare anche ad uno swap a tema Natale, organizzato come sempre dalla bravissima Fiore del blog Casalinga per caso, post Ritorna per il settimo anno lo swap Noel.
Anche questo era "doppio", ovvero c'erano 2 gruppi, uno che scambiava solo biglietti di Natale, uno che scambiava creazioni a tema Natale.
Ci si poteva iscrivere solo ad uno dei due o ad entrambi. Ovviamente io a tutti e due.
Tutto ciò che ho spedito io è arrivato a destinazione (4 biglietti e una creazione), io ho ricevuto solo 2 biglietti e mi devono arrivare ancora altri 2 biglietti e la creazione a tema Natale.
Quindi, ora posto solo ciò che ho inviato io.

Io dovevo spedire la creazione a Shane del blog Semplicemente io... Shane, mentre per i biglietti di auguri dovevo spedire a:
Shane del blog Semplicemente io... Shane (ho approfittato facendo una spedizione unica con la creazione)
Robby del blog Hay Lin bau bau
Mjchela del blog Overdose di libri
Fiore del blog Casalinga per caso (proprio l'organizzatrice dello swap)

Ho voluto realizzare anche i biglietti natalizi (e nel post Card natalizia con tutorial - post incrociato con Maris del blog "Le Ghirlande" trovate il tutorial della prima versione, poi nel frattempo che sono arrivata a pubblicare il tutorial c'è stata la famosa evoluzione della specie :-p) sbirciando qua e là nel web.
Alla fine ne sono venuti fuori dei biglietti stellati con intrecci di nastri natalizi.
Ma forse se ve li mostro è più facile capire :-p :-p

Belli, vero?
Peccato che non mi ricordo più quale ho mandato a chi......
La mia solita memoria dei puffi ¬_¬ ¬_¬











































































































A Shane come creazione ho mandato 4 palline per l'albero di Natale di polistirolo rivestito.


































Rivestita di cordoncino rosso natalizio (per realizzarla vedi post Palline per l'albero rivestite di cordoncini natalizi - Tutorial condiviso sui social da MyCandyCountry)















Rivestita di nastri natalizi (per realizzarla vedi post Palline per l'albero rivestite di nastri natalizi - Tutorial condiviso sui social da MyCandyCountry)















Rivestita di cordoncino blu natalizio a treccia (per realizzarla vedi post Palline per l'albero rivestite di cordoncini natalizi - Tutorial condiviso sui social da MyCandyCountry)
















Rivestita di nastri natalizi (per realizzarla vedi post Palline per l'albero rivestite di nastri natalizi - Tutorial condiviso sui social da MyCandyCountry)


















Ora attendo con ansia ciò che ancora devo ricevere dalle mie abbinate!

Nel frattempo,
Buone feste a tutti ^_^

Sara